Orvieto. Il museo della città

50 opere della sua storia

A cura di Giuseppe Della Fina

Guide
2021, 288 pp., 178 ill. colori
16,5x24 cm
ISBN: 9788833671321

€ 25,00 - Disponibile dal 9 Dicembre
  • Anteprima Anteprima Anteprima
Quarta

La storia di una città può essere narrata attraverso i monumenti, le opere d’arte e le realizzazioni del suo artigianato artistico. Si tratta della sfida accolta in questo volume con il contributo di ventisette studiosi che a vario titolo in Università e/o in Istituti di tutela e ricerca, si sono occupati negli anni della storia di questo importante centro italiano.

Un progetto editoriale ambizioso che copre i tremila anni della storia di Orvieto: dal passato etrusco sino al Novecento. Dal cippo a testa di guerriero, rinvenuto nella necropoli di Crocifisso del Tufo e scolpito da uno scultore anonimo tra il 530-520 a.C., alle porte in bronzo realizzate da Emilio Greco per la cattedrale negli anni Sessanta del Novecento. Tra queste due opere, che aprono e chiudono il volume, vengono descritti e narrati – per limitarci a qualche esempio – capolavori del ceramista ateniese Exekias; dei pittori Simone Martini, Lippo Memmi, Gentile da Fabriano e Luca Signorelli; degli scultori Ippolito Scalza e Francesco Mochi; degli architetti Lorenzo Maitani e Antonio da Sangallo il Giovane; dell’orafo Ugolino di Vieri.

Nel volume non manca l’illustrazione di realizzazioni di un artigianato artistico di alta qualità nella consapevolezza – mutuata da Gustave Flaubert – che non sono le perle che fanno la collana, è il filo.