Maurizio Fagiolo dell'Arco critico militante

1964-1980

A cura di Fabio Belloni

Saggi in Officina
2022, 464 pp., 20 ill. a colori
17x24 cm
ISBN: 9788833671499

€ 38,00  € 36,10 - Novità
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Quarta

Da Bernini a de Chirico, dalla festa barocca a Balla passando per Domenichino e la Scuola romana. Il nome di Maurizio Fagiolo dell’Arco richiama subito i suoi pionieristici studi, sull’arte del Seicento come sul Novecento italiano e internazionale. Eppure egli è stato anche un formidabile critico militante, tra anni Sessanta e Settanta al centro delle ricerche più vitali non soltanto romane. Mario Schifano, Franco Angeli, Mario Ceroli, Pino Pascali, Giulio Paolini, Giovanni Anselmo sono alcuni coetanei dei quali si è fatto interprete consegnandoci pagine ancora oggi illuminanti per capirne il lavoro. Rapporto 60. Le arti oggi in Italia è il libro che, nel 1966 a ventisette anni, ne ratifica l'impegno nel presente. Questo volume raccoglie per la prima volta un’antologia dei suoi contributi in ambito critico. Pagine licenziate in occasioni diverse – la recensione di una mostra, il saggio in catalogo, la risposta a un’inchiesta – che trovano unità in quelli che poi sono i caratteri del loro autore: la sicurezza del giudizio, la necessità di parlar chiaro, le intuizioni combinate a una scrittura veloce ma sempre aderente alle opere. Lette tutte insieme offrono il ritratto di una figura complessa, le cui passioni per l’antico e il contemporaneo interferiscono di continuo tra loro. 1964-1980: oltre quindici anni di strenuo lavoro. Dagli entusiasmi giovanili alle crisi portate dal Sessantotto. Dalla fiducia – sincera ma non incondizionata – nei linguaggi della modernità all’abbandono della militanza. In mezzo l’amore per la ricerca filologica che a metà Settanta lo fa scoprire a se stesso «archeologo dell’avanguardia».

Allegati
  • Scarica la scheda PDF Scarica la scheda PDF Scarica la scheda PDF