Luca Pezzuto

Cola dell'Amatrice pittore

Saggi in Officina
2018, 2018 • 212 pp. • brossura • 17 x 24 cm • 71 tavv. a colori
978-88-99765-23-1

Lingua: italiano
ISBN: 9788899765231

€ 22,90  € 21,76
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Quarta

Cola dell'Amatrice pittore

I giorni di Roma, gli anni dell'Appennino

 

Luca Pezzuto

 

Cola dell’Amatrice pittore è il profilo ragionato e ricco di novità degli aspetti salienti della carriera di Nicola di Pier Gentile detto il Filotesio (Amatrice, c. 1480 – Ascoli Piceno, ante 1550), artista girovago ed eterodosso che ha lasciato traccia di sé nelle aree suburbane dello Stato della Chiesa e del Regno di Napoli e che dopo una parentesi a Roma (1512-1514) aveva scelto come patria d’adozione Ascoli, città frequentata già dal 1509. Gli impegni professionali lo porteranno a stabilirsi brevemente anche all’Aquila e Perugia, a frequentare Città di Castello, Norcia e Amatrice finendo per esportare lungo la dorsale dell’Appennino un linguaggio stilistico – quasi un dialetto – caratterizzato dall’interpretazione della ‘Maniera’ e degli spunti raffaelleschi secondo moduli «quanto mai anticlassici si possano concepire» (F. Zeri). I risultati delle indagini comprese in questo volume, prendendo le mosse dall’analisi della letteratura che ha trattato del personaggio da Vasari a oggi, si concentrano principalmente sulla prima attività dell’artista, sui nuovi documenti, disegni e dipinti emersi in dieci anni di ricerche. Si tratta di informazioni inedite, di approfondimenti sulla geografia artistica dei luoghi coinvolti, di affondi iconografici e di riflessioni sui rapporti con committenti e umanisti che restituiscono un profilo biografico e professionale di Cola del tutto rinnovato.

Vedi la scheda dell'autore

Luca Pezzuto

Autore

Luca Pezzuto
Luca Pezzuto È docente di Storia dell’arte moderna all’Università dell’Aquila e assegnista di ricerca all’Università di Roma «Tor Vergata». Si occupa prevalentemente della cultura figurativa tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento nell’Italia centrale. I suoi interessi di ricerca spaziano dalla storia del disegno alla pittura con frequenti incursioni nell’ambito dell’iconografia religiosa. Tra le sue pubblicazioni si ricordi almeno Giovanni da Capestrano. Iconografia di un predicatore osservante dalle origini alla canonizzazione (2016, Universitalia editore).